I Santesi Weblog Blog

0

Il Teatro Comunale “Bruno Mugellini” di Potenza Picena e le sue decorazioni e pitture

La parte decorativa e pittorica del nostro Teatro “Bruno Mugellini” non è stata mai studiata a fondo. Tutti definiscono il teatro piccolo (uno dei più piccoli delle Marche), ma uno scrigno d’arte, una “bomboniera”. A parte il sipario dedicato a Minerva, che all’epoca la società condominiale lo ha acquistato a Macerata dal Seminario, è molto interessante sia il quadro, una tempera, che sta al centro del plafone sul soffitto della struttura, opera realizzata dal pittore laziale Ignazio Tirinelli, che tutte le decorazioni che si trovano sulla volta, cioè le venti vele dipinte da Filippo Persiani di Morrovalle in maniera da...

0

Infiltrazioni porta galiziano

Potenza Picena si è caratterizzata nel corso degli anni del Novecento per aver abbattuto due delle sue più importanti porte medievali del centro storico, con la motivazione che erano un’ostacolo al progresso della nostra comunità, mentre al contrario secondo noi erano un vanto della nostra storia e tradizione millenaria di cui essere orgogliosi. Abbiamo iniziato quest’opera distruttiva nel 1950, abbattendo la porta principale di ingresso al nostro centro storico, la porta Girola o Marina, per consentire in particolare l’ingresso delle corriere delle SAP. Oggi, ironia della sorte, questi mezzi non possono neppure entrare nel centro storico. Quella di porta Marina...

0

Il libro che racconta la storia di Monte Santo di Carlo Cenerelli Campana del 1852 è consultabile in rete

Grazie alla segnalazione che ci è stata fatta dalla studentessa universitaria di Porto Potenza Picena Carol Bedini, che in questi giorni ha iniziato un lavoro di ricerca presso il nostro Archivio Storico Comunale per preparare una tesi di laurea sulla nostra Pinacoteca Comunale “Benedetto Biancolini”, struttura che era stata inaugurata il giorno 27 settembre del 1980 insieme alla Biblioteca, siamo venuti a conoscenza che è in rete il testo integrale del volume che racconta la storia di Monte Santo pubblicato nel 1852 a Ripatransone dalla Tipografia di Giacomo Jaffei e Figli e scritto da Carlo Cenerelli Campana della nostra città....

0

Duecento anni fa veniva fondato a Monte Santo l’Istituto religioso delle “Figlie SS. Redentore e B.V. Addolorata”

a cura di Simona Ciasca e Paolo Onofri Il giorno 5 aprile del 1816, venerdì di Passione, presso i locali del Palazzo Mazzagalli (oggi Pierandrei) in Piazza Grande (oggi Giacomo Matteotti), un gruppo di cinque giovani del posto fondava un nuovo ordine religioso, che raccoglieva nubili povere. Tra di loro troviamo la fondatrice, Giovanna Faustina Mengo, detta Cecicotti, Maria Zucchini, Maddalena Paoletti, Maria Domenica Melatini e Annunziata Mengo, sorella minore di Faustina. Queste cinque giovani santesi venivano seguite dal Canonico Don Luigi Pasquali, parroco di S. Stefano, che deve essere considerato a tutti gli effetti come cofondatore dell’ordine di Monte...