▓ Monumenti ▓

Pubblichiamo quì di seguito le pagine inerenti ai monumenti ed alle costruzione pubbliche in genere:

10 Risposte

  1. Scarli Mario ha detto:

    sono vuissuto da bambino nella magnifica citta di potenza picena per il periodo dalla nascita fino al 1945 aggi settantenne vivo a manfredonia (FG) ma sono obbligato a viaggiare pertanto per 4 o 5 volte l’anno mi fermo a potenza picena per ricordare la mia facciullezza e godermi il magnifico panorama del pincio. MIO PADRE MARESCAILLO MAGGIORE DEI CARABINIERI HA FATTO SERVIZIO NEL compresorio di potenza picena dall’anno 1935 all’anno 1945

    • Giuseppina Rossini ha detto:

      Sono Giuseppina Rossini, insieme alla mia collega Rosalba Rotelli, stiamo preparando un plastico del Pincio di 50 anni fa. Ci piacerebbe avere un po’ di materiale fotografico dell’epoca. Ti ringrazio

      • Onofri Paolo ha detto:

        Gentilissima Sig.ra Giuseppina Rossini,
        in merito alla sua richiesta sono felice di poterla aiutare e le comunico che posso metterle a disposizione sia le foto che le cartoline del Pincio che ho già pubblicato sul nostro blog.
        Possiamo incontrarci presso la biblioteca Comunale di Potenza Picena tutti i giorni, dalle ore 17,00 in poi, dal lunedì al venerdì.
        Mi faccia sapere quando viene.

        Saluti.

  2. Onofri Paolo ha detto:

    Innanzitutto grazie per il suo intervento.
    Nelle mie ricerche di archivio ho spesso incontrato il nome di suo padre Cosimo Scarli, M.llo Magg. della locale stazione dei Carabinieri dal 27/4/1935 al 23/12/1944, compreso quindi anche il drammatico periodo della guerra e della successiva liberazione del 30/6/1944 ad opera delle truppe polacche del battaglione Skorpion.
    Lo stesso giorno quando sono arrivati i soldati polacchi a liberare Potenza Picea, dalle colline di Recanati le truppe tedesche in fuga hanno cannoneggiato il nostro paese, colpendo sia la piazza centrale che la periferia, causando 8 morti tra la popolazione civile.
    Quando capita di nuovo a Potenza Picena ci farebbe piacere conoscerla.
    Le faremo scoprire alcune bellezze del luogo in questi ultimi anni recuperate ed il nuovo pincio, da poco riqualificato, che è diventato un vero salotto cittadino.
    L’unica cosa che non è cambiata è lo straordinario panorama che si può ammirare.
    Continui a seguire il nostro lavoro.
    Saluti, a presto.

  3. LUISARITA STACCINI ha detto:

    Complimenti per questo sito..mi sono commossa.
    Potenza Picena è il mio “Paradise Lost”. Ho abitato li dal 1962 al 1970, in via Mugellini 23. Mio padre , STACCINI Luigi, è stato Comandante della Stazione Carabinieri in quegli anni.
    Ho dedicato diverse pagine del mio blog a Potenza Picena con cui non ho mai perso del tutto i contatti.
    La prossima settimana sarò lì per una rimpatriata e conto i giorni e le ore. Non vedo l’ora…

    • Onofri Paolo ha detto:

      La ringraziamo per il suo giudizio positivo sul nostro blog. Abbiamo iniziato nel mese di Maggio 2008 per scherzo ed oggi, a distanza di 1 anno e mezzo, ci rendiamo conto anche noi che articolo dopo articolo continuiamo a conoscere meglio la nostra realtà, scoprendo personaggi, avvenimenti, tradizioni religiose e civili, opere d’arte che in precedenza o non conoscevamo o conoscevamo superficialmente.
      Il tutto sulla base di una seria ricerca di archivio.
      In questo modo abbiamo sfatato consolidate convinzioni popolari che si basavano solo sulla tradizione orale.
      Inoltre questo straordinario strumento della Rete ci consente di contattare tutti coloro che sono legati a Potenza Picena e che sinceramente la amano, sia in italia che all’estero, ed in particolare in Argentina, terra dove sono presenti molti nostri connazionali emigrati e loro discendenti.
      Parlando con il Prof. Arturo Sardini ci siamo resi conto che la rimpatriata di cui Lei parlava a Potenza Picena, era quella dei ragazzi e delle ragazze del 1959 che si sono incontrati a fine novembre 2009. Continui a seguire il nostro blog, e se le può far piacere potremmo anche ospitare un suo articolo, magari quello sulla rimpatriata dei ragazzi del 1959 arricchito con le foto della serata ed altro materiale.

      Saluti ed auguri di buon Natale.

  4. DI BARTOLOMEO ENZO ha detto:

    Sono nato nel 1945 e vissuto a Potenza Picena sino all’agosto del 1965,quando sono partito per arruolarmi nell’Arma dei Carabinieri.(coincidenza con l’articolo della signora Luisarita STACCINI,sono stato arruolato proprio da suo padre).Dopo aver girato l’Italia da nord a sud mi sono fermaro nel modenese e precisamente a Finale Emilia dove ho comandato la locale Stazione dei Carabinieri. Dal 1992 sono in pensione. Nel frattempo mi sono sposato e avuto due figli di 31 e 35 anni che a lo volta ci hanno dato 3 splenditi nipotini.Sono rimasto legato al paese ove vengo un paio di volte all’anno a trovare i miei fratelli, parenti e i genitori defunti.Nonostante sia in Emilia ho mantenuto le tradizioni culinarie potentine. Un caro saluto e alla prossima.

    • Onofri Paolo ha detto:

      Ringraziamo Enzo di Bartolomeo per il suo intervento.
      Questo blog ci serve anche per contattare i tanti Santesi che oggi vivono sparsi in tutta Italia e nel resto del mondo.
      Insieme a loro vogliamo ricreare una comunità che pur lontana per motivi vari, si ritrova a rivivere le migliori tradizioni culturali, a riscoprire le proprie radici storiche.
      Chiediamo ai nostri lettori di aiutarci a capire la nostra realtà, dandoci il proprio contributo di idee e di esperienza , diventando protagonisti insieme a noi di questo progetto culturale.
      Contiamo anche sul suo contributo, sicuri che anche lei abbia trasmesso ai suoi figli ed anche ai suoi nipoti questo suo grande amore per Potenza Picena.
      Anche loro con questo blog posso conoscere meglio il paese dove è nato il loro padre.
      La salutiamo cordialmente , confidando che continui a seguire il nostro lavoro. La nostra forza siete voi e l’attaccamento che ancora avete verso la vostra terra.
      Con la speranza di incontrarci quando Lei verrà insieme alla sua famiglia a Potenza Picena a trovare i suoi fratelli Bruno e Fabrizio la salutiamo.

  5. DI BARTOLOMEO ENZO ha detto:

    IN OCCASSIONE DELLA FESTA DELL’8 MARZO INVIO GLI AUGURI PIU’ SENTITI A TUTTE LE DONNE POTENTINE RESIDENTI E QUELLE CHE SI TROVANO ALTROVE.UN CARO SALUTO.

  6. anna clementoni ha detto:

    Ti ringrazio, anche se in ritardo rispetto a quanto da te scritto, a nome di tutte le donne potentine.
    Mi permetto di darti del “tu” sia perche’ potentino come me, sia perche’ ti conosco sin da quando venivi con tua madre nel negozio di mia madre. Mi fa veramente piacere constatare come Potenza Picena e’ rimasta nel tuo cuore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *