25 aprile 2010 – 65º Anniversario della Liberazione – ricordando il comandante del GAP di Potenza Picena Giuseppe Nazzareno Pastocchi

Onofri Paolo

Autore di quasi tutti gli articoli del blog, si dedica spesso alla ricerca storica.

Potrebbero interessarti anche...

7 Risposte

  1. Ennio Di Bartolomeo ha detto:

    Ho conosciuto Giuseppe Nazzareno Pastocchi, -come un valente falegname- non sapevo che era stato un coraggioso
    Partigiano ho letto con piacere tuttu l’articoloed ho scoperto che anche Lucio collaborava .Io ero un amico -piccolo-di Lucio e conoscevo molto bene la sua famiglia. Ogni tanto fa bene leggere e ricrdare di qualcuno che ha fatto qualcosa di importante per tutta la comunita’. Grazie Paolo

  2. ALESSANDRA ha detto:

    Caro Paolo sono quella di Ancona che vive e lavora a Bologna (Università): le ho scritto per la recensione sul Messaggero del “57 fatta su mio zio scultore da un vostro concittadino (Norberto Mancini) …………. L’autore dell’articolo Messaggero ha scritto parole bellissime in ricordo di mio zio che era da poco scomparso – l’ho trovate molto commoventi, anche sul piano umano.
    Mi farebbe molto piacere conoscere il figlio (ho letto la Biografia di questo nostro conterraneo – Persona alla cultura straordinaria che – come spesso accade dalle nostre parti – non viene ricordato istituzionalmente come meriterebbe. Ha ricevuto lo scanner??
    Ad Ancona vengo spesso ma sempre il fine settimana e per il sopralluogo a Potenza Picena (sempre piacevole)- che mi interessa fare (per accedere alla Biblioteca o altri archivi storici). – attenderei di avere a disposizione una settimana di ferie……….. Coglierei l’occasione anche per chiederle un’altro aiuto storico (amo la storia e le radici in cui affonda l’essenza delle Famiglie): sbirciando sempre sul Vostro bel sito/blog ho letto la biografia di Nazzareno Pastocchi (vedi sopra). Ecco, mi farebbe Piacere conoscere – se vengo a Potenza – alcuni suoi Parenti o Amici per Capire se c’è Parentela. Sono anch’io dell’ANPI e lavoro molto per la Memoria della Resistenza. Porto io stessa, purtroppo, il nome di un Partigiano – fucilato ad Ostra nel febbraio del 1944 – si chiamava Alessandro Maggini ed era fratello di Mia Madre (Vera Maggini). Ho visto che Pastocchi era Figlio di Maria Maggini. Magari siamo parenti e non lo sapevamo – parliamo di generazioni di inizio secolo!! Ancora Grazie per il Nobile Lavoro che svolge insieme a tutti i Suoi Soci.
    ALESSANDRA MALTONI 366/6024998 – 377/1322191

    • Onofri Paolo ha detto:

      Gentilissima Sig.ra Alessandra Maltoni,
      quando verrà a Potenza Picena le farò conoscere il Sig. Lucio Pastocchi, figlio del Comandante partigiano Giuseppe Nazzareno e di Emilia Maggini.
      Inoltre se le farà piacere, le farò conoscere meglio il nostro paese.
      Per quanto riguarda l’articolo di Norberto Mancini su suo zio Mentore Maltoni, lo abbiamo ricevuto ed è molto interessante.

      Cordiali saluti.

      P.S. visto che lei vive e lavora a Bologna, avrei bisogno di una grande cortesia. Nella vostra città esiste una via intitolata al M° Bruno Mugellini, musicista nato a Potenza Picena il 24/12/1871 e morto a Bologna il 15/1/1912. Avrei piacere, se possibile, di poter avere una foto sia della via a Lui intitolata a Bologna che dell’abitazione dove è morto in via Mazzini, 42. È possibile? La ringrazio in anticipo.

    • Alessandra Maltoni ha detto:

      Mi attivero’ subito. Tra l’altro sono stata assegnata da poco con la riorganizzazione in corso all’amministrazione del dipartimento di Musica e Spettacolo dell’Ateneo!!
      AMmi faccia sapere se questa risposta e’ arrivata, non so se funziona il replay!!
      AM

  3. ALESSANDRA ha detto:

    Caro Paolo ……….. mi correggo, il vostro concittadino Pastocchi era figlio ho letto meglio di Emilia Maggini. A questo punto penso proprio che questo Vostro Concittadino sia un mio Parente. La Storia di questa Famiglia è legata all’antifascismo e al Risorgimento. il mio Bisnonno, infatti, si arruolo’ con Garibaldi nella terza guerra di indipendenza insieme ad altri suoi due fratelli, Serafino e Costantino. Erano tanti fratelli e sorelle – di cui una si chiamava Emilia (probabilmente la Madre di Pastocchi) – . ……….. erano rimasti orfani nel 1849 quando ad Ancona che aveva aderito alla Repubblica Romana ci fu l’assedio degli austriaci e loro padre di fede mazziniana venne fucilato a Santa Palazia insieme al Patriota Antonio Elia. Il loro padre si Chiamava Giuseppe Maggini, nome che probabilmente Emilia ha poi dato al Figlio.
    Il sacrificio purtroppo in Famiglia continuò con altri numerosi Martiri pe rla Libertà tra cui il Fratello di Mia Madre ZIO SANDRO.
    Mi Piacerebbe molto Conoscere qualche discendente ti Pastocchi.

    Per l’articolo di Norberto Mancini (zio Paterno) dove ti posso spedire l’allegato – da qui non riesco.

    Scusami per tutte queste richieste ma è molto Bello travare Contatti così impensabili.
    Sono ad Ancona dal 6 Febbraio all’11 – puoi chiamarmi se vuoi e magari vengo a Potenza (071/35619 . 377/1322160).

    ALESSANDRA

  4. ALESSANDRA ha detto:

    Certamente mi adopererò per le foto e per i dati su Bruno Mugellini, tra l’altro a breve sarò assegnata – come sede di lavoro datasi la riorganizzaizone – proprio al dipartimento di musica e spettacolo dell’Ateneo bolognese ……….. e magari avrò modo di reperire qualche informazione in più, avendo così contattato con i massimi esperti di storia della Musica. Le farò sapere quando riuscirò ad essere a Potenza Picenza per incontrare sia Mancini che Pastocchi (se non chiedo troppo).
    ALESSANDRA

    • ALESSANDRA MALTONI ha detto:

      Gentilissimo sig. Onofri vorrei spedirle le Foto che ho fatto fare alla casa e alla via intitolata al Musicista Mugellini ………..dal blog però non riesco a inviare allegati. Mi indica per Favore un indirizzo mail cui fare un inoltra?? Le Comunico che per Pasqua verrò ad Ancona dal 27.03……….riusciamo ad Organizzare l’Incontro con il Figlio del Vostro Concittadino Pastocchi (nipote della sig.ra Maggini, mia probabile parente)??
      ALESSANDRA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *